Questo sito contribuisce alla audience di

Jones, Tommy Lee

attore cinematografico statunitense (San Saba, Texas, 1946). Interprete di raffinata sensibilità e di notevole cultura (si è laureato con il massimo dei voti ad Harvard), non è sempre stato valorizzato dal cinema. Dopo il debutto in Love Story (1970) e tanto teatro a Broadway, è tornato a farsi notare sullo schermo in Black Moon Rising (1986), Stormy Monday (1988), per raggiungere poi la notorietà con J.F.K.-Un caso ancora aperto (1991) di O. Stone. Due anni dopo ha vinto l'Oscar come attore non protagonista ne Il fuggitivo (1993). Tornato con Stone per Tra cielo e terra (1993) e dopo aver fatto il dinamitardo in Follia esplosiva (1994), ha offerto una delle prove più convincenti della sua carriera in Blue Sky (1994) di T. Richardson, nei panni di un ufficiale che riesce a conservare il proprio equilibrio tra le sue responsabilità e una moglie dai nervi fragili. Tra le sue interpretazioni successive si ricordano: Il cliente (1994), Cobb (1994), Assassini nati (1994), Batman Forever (1995), Vulcano (1997), MIB-Men in Black (1997), Space Cowboys (2000) e Regole d’onore (2000), che hanno offerto un ampio ventaglio del suo notevole eclettismo. Nel 2005 ha diretto e interpretato The three burials of Melquiades Estrada (Le tre sepolture), per il quale, nello stesso anno, ha ricevuto la Palma d'oro a Cannes come miglior attore. Nel 2006 ha recitato in Radio America di R. Altman, nel 2007 in Nella valle di Elah di P. Haggis e nel 2008 in Non è un paese per vecchi dei fratelli Coen. Altri film: Nella valle di Elah (2007), The Company Men (2010), Captain America - Il primo Vendicatore (2011), Men in Black 3 (2012), Il matrimonio che vorrei (2012), Lincoln (2012), Cose nostre - Malavita (2013), The Homesman (2014).

Media


Non sono presenti media correlati