Questo sito contribuisce alla audience di

Kóndoglu, Fótis

scrittore e pittore greco (Aivali d'Asia Minore 1896-1965). Dopo aver viaggiato molto, dal 1919 si stabilì ad Atene, dove pubblicò il suo primo romanzo dal titolo Pedro Casas, in cui si racconta la vita di un marinaio negli anni della turcocrazia e che ebbe un grande successo. Tra le altre sue opere si ricordano Vasanta (1923), Uomini famosi e dimenticati (1942), Giardino segreto (1944), Uomini antichi (1945), Fonte di vita (1951), Espressione dell'iconografia ortodossa (1960), La grecità addolorata (1962) e Giavàs il marinaio (1965). La sua arte pittorica si rifà totalmente all'iconografia bizantina e molte sue opere ornano tuttora alcune chiese greche. Come narratore ha arricchito la letteratura greca di nuovi mezzi espressivi.

Media


Non sono presenti media correlati