Questo sito contribuisce alla audience di

Kairi, Evanthia

intellettuale e traduttrice greca (Andros 1799-1866). Sorella del filosofo Theofilos Kairis, diede un grande contributo all'educazione del popolo greco, insegnando in Asia Minore, a Siros e Andros. Il suo primo libro, Lettera di alcuni greci alle filelleniche, composta da una delle più importanti greche (1825), è anche il primo segno del femminismo patriottico in Grecia. Fu in corrispondenza con Adamantio Korais e tradusse dal francese, fra l'altro, l'Encomio a Marco Aurelio di Tomà e l'Educazione delle giovani di Fénelon. Scrisse anche un'opera teatrale, Nikiratos (1826).

Media


Non sono presenti media correlati