Questo sito contribuisce alla audience di

Kampala

Guarda l'indice

capoluogo del distretto omonimo e capitale dell'Uganda, 1220 m s.m., 1.420.000 ab. (2007).

Generalità

Città situata presso la sponda settentrionale del Vittoria. Posizionata sulla ferrovia proveniente da Nairobi, alla convergenza delle più importanti direttrici del traffico del Paese (tra cui la ferrovia per Mombasa, in Kenya), è servita da un attrezzato porto (Port Bell) che la collega ai maggiori centri costieri del lago Vittoria. La fisionomia della città è profondamente caratterizzata dal territorio che la circonda: colline a N, paludi di papiro e il lago Victoria a S. Svolge altresì un ruolo di primaria importanza nel campo culturale: vi hanno sede, infatti, un'università (Makerere University), un Politecnico e vari istituti superiori e di ricerca, musei e biblioteche.

Storia

Kampala si sviluppò attorno a un forte costruito da Frederick Lugard nel 1890 come base della Compagnia britannica dell'Africa Orientale. Dal 1900 al 1905 fu capoluogo del protettorato britannico dell'Uganda, quando fu sostituita, in tale funzione, da Entebbe. All'atto dell'indipendenza del Paese (1962), ne divenne la capitale. Buona parte della città venne distrutta prima dalla guerra contro la Tanzania (1978) e poi dalla guerra civile conseguente al rovesciamento della dittatura di Idi Amin (1979).

Arte

Tra gli edifici di importanza culturale e turistica si segnalano il Museo Nazionale dell'Uganda, il più vecchio dell'Africa orientale e tra i più interessanti per la sua collezione etnografica sulle tribù ugandesi e l'esposizione di strumenti musicali africani, nonché uno dei pochi a trattare la storia dell'Africa pre-coloniale. Il Parlamento Baganda insieme al palazzo reale di Mengo, con la loro architettura di origine coloniale, sono simbolo dell'antico splendore e importanza del regno Baganda. Vicino al palazzo reale di Mengo, il re Mwanga fece invece costruire un lago artificiale (1888). Interessanti anche il Teatro Nazionale Ugandese, il mercato di Nakasero e quello di San Balikuddembe.

Economia

Per la sua posizione in una fertilissima regione agricola, Kampala è grande mercato di esportazione dei relativi prodotti (caffé, tè, tabacco, zucchero, cotone); il comparto manifatturiero include i rami alimentare, tessile, calzaturiero e meccanico. Aeroporto internazionale a Entebbe (35 km a SW).

Media

Kampala.