Questo sito contribuisce alla audience di

Krieg, Dieter

pittore tedesco (Lindau 1937). L'artista, che ha studiato all'Accademia di Karlsruhe, con “HAP” Grieshaber, nelle sue prime fasi espressive, risalenti agli anni Sessanta, incentrò tutta la sua opera sull'uomo, dipingendolo come una visione metaforica trasformata dall'ambiente e dagli oggetti della vita quotidiana. Dopo il 1975 Krieg si dedica a un nuovo repertorio: quello delle nature morte, che realizza con pennellate dinamiche, dimostrando una forte influenza dell'espressionismo astratto. A partire da questo momento Krieg distoglie il proprio interesse dal “motivo” pittorico, incentrandolo sulla “pittura” e sulle sue possibilità tecniche ed espressive, a cui delega interamente le proprie emozioni, trasformandola in una sorta di immagine riflessa dei propri pensieri e sensazioni (O.T., 1984). Alla fine degli anni Ottanta il lavoro di Krieg può essere collocato nella corrente della pittura neoespressionista. L'artista ha partecipato alla Biennale di San Paolo (1971), a Documenta 6 di Kassel (1977), alla Biennale di Venezia (1978). Nel 1978 è divenuto professore all'Accademia di Belle Arti di Düsseldorf.

Media


Non sono presenti media correlati