Questo sito contribuisce alla audience di

Lìveri

comune in provincia di Napoli (30 km), 90 m s.m., 2,63 km², 1815 ab. (liveresi), patrono: san Giorgio (23 aprile).

Centro posto al margine orientale della pianura campana. Fu uno dei sedici casali di Nola, da cui si staccò nel sec. XVII per divenire comunità autonoma. Fu feudo della famiglia Mastrilli e dei Barone fino ai primi dell'Ottocento. Fu danneggiato dal terremoto del 1980.§ Fuori dall'abitato sorge il santuario di Santa Maria a Parete, meta di pellegrinaggi: costruito nel 1514 da Paolo d'Ambrosio e molto danneggiato da un incendio nel 1989, è preceduto da una lunga scalinata e fiancheggiato da un chiostro e conserva un'immagine della Madonna, ritenuta miracolosa e custodita in un tempietto affrescato da Belisario Corienzo (Giudizio finale, Paradiso, Inferno e Danza Macabra).§ Il territorio, coperto di noccioli e noci, produce anche ortaggi, frutta, patate e mais. Piccole aziende artigiane operano nei settori alimentare (frantoi e caseifici), del legno e dei materiali da costruzione.

Media


Non sono presenti media correlati