Questo sito contribuisce alla audience di

Labriòla, Antònio

filosofo e uomo politico italiano (Cassino 1843-Roma 1904). Insegnò filosofia teoretica, filosofia della storia e pedagogia all'Università di Roma. Di formazione hegeliana, avendo seguito all'Università di Napoli l'insegnamento di A. Tari, F. De Sanctis e B. Spaventa, abbandonò ben presto l'hegelismo ortodosso (è del 1869 una sua dura recensione critica alle Lezioni sulla filosofia della Storia, dell'hegeliano A. Vera) per volgersi prima agli studi di psicologia sociale e alle teorie di Herbart e successivamente al marxismo, di cui approfondì la conoscenza attraverso una fitta corrispondenza con Engels (Lettere ad Engels, pubblicate postume, 1927-28). Dal 1895 fece opera di divulgazione del marxismo in Italia, pubblicando importanti saggi sulla concezione materialistica della storia, vista come prodotto dell'attività dell'uomo. Questi, infatti, attraverso la creazione dei propri strumenti di lavoro, modifica l'ambiente che, a sua volta, inciderà su di lui e sul suo sviluppo (In memoria del Manifesto dei comunisti, 1895; Del materialismo storico. Dilucidazione preliminare, 1896; Discorrendo di socialismo e filosofia, 1898). In seguito all'esame del Risorgimento, rimasto una rivoluzione democratica incompiuta per la mancata partecipazione della classe operaia, Labriola si rese conto della necessità di costituire in Italia un partito delle classi lavoratrici che si valesse di un metodo rigorosamente marxista. Per questo, pur avendo auspicato la formazione di un partito dei lavoratori italiani, non aderì a quello fondato da Turati, ritenendolo ideologicamente poco rigoroso e pervaso di social-positivismo. Negli ultimi anni Labriola fu impegnato in un acceso dibattito sull'eredità del marxismo, sulla sua influenza in campo filosofico e sulla sua strategia politica che lo vide in posizione assai critica nei confronti sia di Bernstein e Sorel sia di Gentile e Croce.

Bibliografia

G. Berti, Per uno studio della vita e del pensiero di Antonio Labriola, Roma, 1954; L. Dal Pane, Antonio Labriola. La vita e il pensiero, Bologna, 1968; S. Neri, Antonio Labriola educatore e pedagogista, Modena, 1968; D. Marchi, La pedagogia di Antonio Labriola, Firenze, 1971; R. Martinelli, Antonio Labriola, Roma, 1988.

Media


Non sono presenti media correlati