Questo sito contribuisce alla audience di

Lewisohn, Ludwig

critico e narratore statunitense di origine ebreo-tedesca (Berlino 1882-Miami Beach 1955). Autore di alcuni saggi autobiografici sulla sua difficile condizione di ebreo (Up Stream, 1922, Controcorrente; Mid-Channel, 1929, A metà strada; Haven, 1940, Porto), fece parte con J. Wood Krutch e altri della redazione di The Nation. Più che per i suoi romanzi (tra cui Don Juan, 1923, e The Defeated, 1927, Gli sconfitti), Lewisohn è noto per i suoi saggi di critica letteraria orientati freudianamente, come Expression in America (1932; Epressione in America), interpretazione della cultura americana, e A Modern Book of Criticism (1919; Manuale moderno della critica).

Media


Non sono presenti media correlati