Questo sito contribuisce alla audience di

Lotàrio II (imperatore)

di Supplimburgo, imperatore, III come re di Germania e d'Italia (1060-Breintenwang, Tirolo, 1137). Nominato duca di Sassonia dall'imperatore Enrico V, alla morte di questo (1125) lottò contro il ghibellino Federico di Hohenstaufen, duca di Svevia, per ottenere la corona imperiale. Con l'appoggio dei principi ecclesiastici fu eletto re di Germania (Magonza, 1125). Durante i primi dieci anni fu impegnato costantemente a difendere il suo regno dagli attacchi degli Hohenstaufen, e in particolare di Corrado (fratello di Federico) creato antiré nel 1127. Il matrimonio della figlia di Lotario II, Gertrude, con Enrico il Superbo, duca di Baviera, rafforzò la potenza bellica di Lotario II, che riuscì a sottomettere Federico di Hohenstaufen nel 1135 e a promuovere nel contempo una vasta espansione tedesca verso il mondo slavo. Lotario II organizzò una prima spedizione in Italia nel 1133 per appoggiare le rivendicazioni di papa Innocenzo II contro l'antipapa Anacleto II. A Roma quello stesso anno fu incoronato imperatore. Si recò una seconda volta nella penisola nel 1136, per combattere il normanno Ruggero II, re di Sicilia, che ancora sosteneva l'antipapa Anacleto.

Media


Non sono presenti media correlati