Questo sito contribuisce alla audience di

Lovecraft, Howard Phillips

narratore statunitense (Providence, Rhode Island, 1890-1937). Autore di numerosi racconti fantastici imperniati di volta in volta sul soprannaturale, il macabro, l'orrifico o addirittura il fantascientifico, è considerato da molti uno dei precursori della moderna science-fiction anglo-americana. Riscoperto soltanto in epoca recente, Lovecraft si diversifica da Poe per la minor precisione dei particolari descrittivi e per il rifiuto frequente di una chiave logica all'interno della narrazione. I suoi racconti e romanzi, quasi tutti raccolti in volume dopo la sua morte, comprendono tra l'altro The Tomb (1917; La tomba), Dagon (1917), The Nameless City (1921; La città senza nome), Reanimator (1921; Rianimatore), The Horror at Red Hook (1925; Orrore a Red Hook), The Call of Cthulhu (1926; Il richiamo di Cthulhu), The Case of Charles Dexter Ward (1927; Il caso di Dexter Ward), The Whisperer in Darkness (1930; Colui che sussurrava nel buio), At the Mountains of Madness (1931; Le montagne della follia), The Dreams in the Witch House (1932; I sogni della casa stregata), The Horror in the Museum (1933; L'orrore nel museo), The Shadow Out of Time (1934; L'ombra venuta dal tempo), The Haunter of the Dark (1935; L'abitatore del buio) e Medusa's Oil (1939; L'abbraccio della medusa). Lovecraft scrisse anche una storia della narrativa dell'orrore, più volte rivista: The Supernatural Horror in Literature (1927; L'orrore soprannaturale in letteratura). Pochi i film tratti dalla narrativa di Lovecraft, a causa della difficoltà a tradurre in immagini il suo mondo visionario. Ricordiamo La città dei mostri (1963) di R. Corman, Re-animator (1986) e From Beyond-Terrore dall'ignoto (1987) di S. Gordon, Bride of Re-animator (1990) di B. Yuzna.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti