Questo sito contribuisce alla audience di

Màjo, Iuniano

umanista italiano (Napoli ca. 1430-fine sec. XV). Esponente dell'umanesimo napoletano, fece parte dell'Accademia Pontaniana e fu amico dello stesso Pontano e del Sannazaro. Precettore di Pietro, Alfonso, Carlo e Isabella d'Aragona, dedicò a Ferdinando d'Aragona il trattato De maiestate (1492), in cui sono teorizzate le virtù del principe, in una lingua mista di latinismi e di espressioni dialettali. Compose inoltre un fortunato vocabolario: De priscorum proprietate verborum (1475).

Media


Non sono presenti media correlati