Questo sito contribuisce alla audience di

Mòrto, Mare-

bacino lacustre (1020 km²) della Palestina, situato nella depressione di El Ghor, al confine tra Giordania e Israele; lungo 80 km, largo al massimo 18 km, è privo di emissari e ha come principale immissario il fiume Giordano. La superficie delle sue acque è a 395 m sotto il livello del mare (massima depressione della Terra), mentre il fondo raggiunge gli 800 m. Per il clima caldo e secco della regione e l'elevata evaporazione e la conseguente notevole quantità di sali disciolti – i valori della salinità (275‰) sono enormemente più elevati rispetto a quelli medi delle acque degli oceani (35‰) – l'acqua è così densa che vi si galleggia facilmente, ma vi è impedita anche l'esistenza di qualsiasi forma di vita animale o vegetale. I sali più comuni sono il cloruro di magnesio, di sodio, di calcio e di potassio e il bromuro di magnesio, estratti soprattutto dagli impianti israeliani di Sedom, sulla sponda sudoccidentale. Da alcuni anni le acque del Mare Morto sono usate anche a scopo terapeutico. In arabo, Bahret Lut o Bahr el Miyet; in israeliano, Yam Hamelah. § Per i manoscritti del Mare Morto, vedi Qumran.

Media


Non sono presenti media correlati