Questo sito contribuisce alla audience di

Mónte San Vito (Ancona)

comune in provincia di Ancona (25 km), 135 m s.m., 21,63 km², 5530 ab. (montesanvitesi), patrono: san Vito (15 giugno).

Centro alla sinistra del fiume Esino. Citato in un documento del 1177, fu di Senigallia e poi di Jesi ma oggetto di contesa con Ancona a cui fu assegnato, definitivamente, nel 1432, salvo brevi signorie dei Malatesta (che rinforzarono la rocca agli inizi del Quattrocento) e degli Sforza. La collegiata di San Pietro conserva tele di Filippo Bellini; nel palazzo malatestiano (sec. XV, su precedente fortilizio) si trova la sede comunale. Il paese conserva un frantoio del 1688. § L'agricoltura (cereali, barbabietola da zucchero, vite e olivo) è affiancata da industrie calzaturiere, del mobile e alimentari.