Questo sito contribuisce alla audience di

Macedònio, Marcèllo

poeta italiano (Napoli seconda metà del sec. XVI-prima del 1620). Costretto ad andare in esilio per questioni amorose, entrò poi nell'ordine dei carmelitani scalzi. Tra i lirici marinisti si distingue per garbo e sorvegliata eloquenza. Oltre ai Capitoli della bellezza, lasciò le raccolte Le nove Muse (1614), Ballate e idilli (1614), I nove cori degli angeli (1615).