Questo sito contribuisce alla audience di

Maggini, Giovanni Pàolo

liutaio italiano (Botticino Sera, Brescia, 1579-Brescia 1630). Aiutante di Gasparo da Salò, alla sua morte (1609) ne continuò l'attività nella bottega bresciana. Studiò i modelli cremonesi e costruì violini più grandi di quelli tradizionali, di sonorità simile a quella della viola. Della sua bottega si conoscono ca. 50 violini, 12 violoncelli e una cetra.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti