Questo sito contribuisce alla audience di

Makeba, Miriam

cantante nera sudafricana di musica leggera (Johannesburg 1932-Castel Volturno, Caserta 2008). Le sue interpretazioni e composizioni risentono del clima di sofferenza e protesta che caratterizzava il Sudafrica durante gli anni dell'apartheid. Ha iniziato a farsi conoscere facendo parte dei Manhattan Brothers, gruppo divenuto celebre anche oltre i confini africani grazie al musical King Kong. Dopo aver girato tutta l'Africa con la rivista musicale African Jazz and Variety, per le sue dichiarazioni polemiche contro la politica razzista e per aver interpretato il documentario anti-apartheid Come Back Africa,Makeba all'inizio degli anni Sessanta è stata costretta ad abbandonare il suo Paese e a trasferirsi negli USA, dove partecipò alla tournée di H. Belafonte, con il quale nel 1966 ottenne un Grammy Award per la migliore interpretazione folk. Nel 1968, Makeba ha sposato Stokely Carmichael, leader del Black Power. Dotata di una voce calda e aggressiva, si è imposta a livello internazionale con un vasto repertorio che comprende sia canti popolari africani (in numerose lingue) e afroamericani, sia canzoni leggere. Tra i suoi successi: Pata pata, The Clique Song, Kilimanjaro, African Convention, Patrice Lumumba, canzoni nelle quali si ritrova il suo legame con il continente africano, oltre che il suo impegno politico e sociale.Nel 2004, Makeba ha pubblicato Reflections, album che celebra l'anniversario del decimo anno della fine dell'apartheid.

Media


Non sono presenti media correlati