Questo sito contribuisce alla audience di

Mamin-Sibirjak, Dmitrij Narkisovič

pseudonimo del narratore russo D. N. Mamin (Visimo-Sajtanskij Zavod, Perm, 1852-San Pietroburgo 1912). Seguì i corsi di teologia e di medicina, ma, ammalatosi, dovette interrompere gli studi e dal 1877 si dedicò alla letteratura. Nei suoi romanzi realistici, prevalentemente di ambiente uralico, denuncia la civiltà capitalistica come elemento distruttivo dell'antico ordine della comunità contadina, con una pronfonda nostalgia del passato. Fra essi i più noti sono I milioni di Privalov (1883), Un nido di montagna (1884), I fratelli Gordeev (1890), L'oro (1892) e Il pane (1895). Da ricordare anche i suoi libri per l'infanzia, in particolare Le favole di Alenuška (1894-97).

Media


Non sono presenti media correlati