Questo sito contribuisce alla audience di

Maspéro, François, Librairie-

casa editrice francese, fondata nel 1953 a Parigi da François Maspéro, figlio di Henri, con intenti preminentemente politici. L'impegno militante dei suoi animatori, sorretti dalla volontà di conservare l'indipendenza economica e culturale, le hanno creato numerose difficoltà – condanne penali, censure, sequestri – mettendone in forse la sopravvivenza. Tra le collane principali, che comprendono ca. 600 titoli tra strumenti di lotta e studi critici rigorosi (di Fanon, Nizan, Mandel, Bettelheim, ecc.) si segnalano: “Cahiers libres”, “Textes à l'appui”, “Bibliothèque socialiste”, “Petite collection Maspéro”; tra le riviste: Partisans, Tricontinental, La cause du peuple, Critique de l'économie politique.

Media


Non sono presenti media correlati