Questo sito contribuisce alla audience di

Mezzomerico

comune in provincia di Novara (21 km), 266 m s.m., 7,59 km², 951 ab. (mezzomerichesi), patrono: santi Giacomo e Filippo (1° maggio).

Centro dell'alta pianura novarese, tra il fiume Ticino e il torrente Terdoppio. Appartenne ai conti di Pombia e nel 1152 fu dato in feudo dall'imperatore Federico Barbarossa ai conti di Biandrate; nel 1199 passò al comune di Novara e poi ai Boniperti, che nel sec. XIV vi fecero edificare un castello. Insieme a Novara passò sotto i Visconti ed entrò nel feudo di Conturbia, concesso nel 1467 ai Casati e nel 1614 ai Talenti-Fiorenza.§ Nella prima metà dell'Ottocento fu costruita la parrocchiale dei Santi Giacomo e Filippo sui ruderi del castello dei Boniperti: la facciata è in stile rinascimentale e l'adiacente campanile ha pianta quadrata. Il palazzo quattrocentesco dei Visconti, situato al centro dell'abitato, è un edificio a tre piani dalle forme semplici e lineari.§ L'agricoltura produce uva (da cui si ricavano vini pregiati), frutta, cereali, ortaggi e foraggi per l'allevamento bovino; è attiva la piccola industria meccanica.

Media


Non sono presenti media correlati