Questo sito contribuisce alla audience di

Michèla, Costanzo

architetto italiano (Agliè 1689-1754). Appartenente alla generazione di architetti tardobarocchi attivi in Piemonte agli inizi del Settecento, sintetizzò nelle proprie opere temi di G. Guarini e di F. Juvarra, del quale fu assistente a Stupinigi. Svolse la sua attività nel Canavese, con serietà e rigore stilistico tali da superare il più famoso B. A. Vittone. La sua realizzazione più completa è la chiesa di S. Marta di Agliè (1740-60), costruita sul tipico modulo guariniano della pianta curvilinea e caratterizzata dal disinvolto e felice uso del laterizio in facciata. Sono inoltre da ricordare le parrocchiali di Barone (presso Torino, 1729) e di Rivarolo Canavese (1734) e la confraternita della SS. Trinità a Valperga (1739-45).

Media


Non sono presenti media correlati