Questo sito contribuisce alla audience di

Milescu, Nicolae

letterato romeno (Văslui 1636-1708). Rappresentante insigne dell'umanesimo romeno, è uno dei maggiori eruditi del sec. XVII. Diplomatico di gran classe, travolto nel gioco politico, riparò nel 1670 in Russia, dove lo zar Alessio Michajlovič lo utilizzò come interprete affidandogli nel 1674 una delicata missione in Cina (1675-78) di cui ha lasciato una relazione in russo di eccezionale importanza: Diario della spedizione in Cina e Descrizione della Cina. Teologo insigne, la sua traduzione in romeno dell'Antico Testamento è alla base della cosiddetta Bibbia di Bucarest.

Media


Non sono presenti media correlati