Questo sito contribuisce alla audience di

Montemale di Cùneo

comune in provincia di Cuneo (18 km), 931 m s.m., 11,60 km², 222 ab. (montemalesi), patrono: san Michele Arcangelo (29 settembre).

Centro situato tra le basse valli dei torrenti Maira e Grana, in posizione panoramica su un colle. Compreso nel comitato di Auriate, fu degli Angioini (sec. XIII) e dei marchesi di Saluzzo, che lo concessero in feudo a Bernabò Visconti (1360). § Il castello è stato costruito nel sec. XX sulle rovine di quello medievale. Di interesse sono la parrocchiale di San Michele (sec. XVI) e la chiesa del cimitero, dedicata a Santa Caterina (sec. XVIII). § Il quadro economico è dominato dall'allevamento, dalla produzione di patate e cereali e dallo sfruttamento dei boschi (in particolare taglio e commercio della legna). È centro di villeggiatura estiva e di escursionismo.