Questo sito contribuisce alla audience di

Montenéro di Bisàccia

comune in provincia di Campobasso (81 km), 273 m s.m., 93,01 km², 6698 ab. (monteneresi), patrono: san Matteo (21 settembre).

Centro situato alla destra della bassa valle del fiume Trigno. Il nome deriva dalla lontana fusione di due borghi: Montenero e Bisaccia. Citato nell'872 come possesso dell'abbazia di Santa Maria a Calena, fu feudo degli Arcuccio, dei Carafa, dei Caracciolo e dei D'Avalos. § La chiesa di San Matteo conserva un organo del 1740 e un coro decorato e intagliato del 1787. Nei dintorni, sulla collina di Montebello, restano strutture della massiccia torre di guardia del sec. XIII. § L'agricoltura, praticata con moderni sistemi, si basa principalmente sulla coltivazione di cereali, barbabietole da zucchero, ortaggi, olivi e viti (biferno e molise DOC). L'industria è presente nei settori tessile, alimentare (olio e salumi), dei materiali da costruzione, dei serramenti e della carpenteria. Notevole il flusso turistico estivo a Marina di Montenero.