Questo sito contribuisce alla audience di

Moranséngo o Moransèngo

comune in provincia di Asti (36 km), 400 m s.m., 5,37 km², 230 ab. (moransenghesi), patrono: santi Agata e Vitale (prima settimana di maggio).

Centro del Basso Monferrato, posto lungo la dorsale collinare che domina la valle dove nasce il torrente Stura. Seguì le vicende storiche di Cocconato, nel cui feudo fu compreso fino al 1560, quando i Gonzaga ne investirono i Natta; ebbe poi diversi feudatari. § L'antico castello, rimaneggiato più volte, fu incendiato agli inizi del sec. XVIII e in seguito trasformato in dimora signorile. Nel parco è la chiesa di San Grato, con abside romanica e all'interno resti di affreschi, utilizzata per esposizioni di arte contemporanea. § L'economia si basa sull'agricoltura, che produce soprattutto uva da vino e cereali.