Questo sito contribuisce alla audience di

Munro, Alice

scrittrice canadese (Wingham, Ontario, 1931). Specializzatasi fin dalle prime opere nel genere del racconto breve, del quale è poi divenuta maestra indiscussa insieme a R. Carver e F. O' Connor, ha descritto la storia e la cultura del Paese attraverso vicende di giovani donne in perenne angoscia a causa dei propri conflitti interiori. Le qualità più evidenti della sua narrativa sono la capacità di rendere suggestive le esprienze banali e quotidiane e la profondità di analisi della psicologia femminile. Legata strettamente alla sua regione d'origine, ha esordito nel 1968 con la raccolta di racconti ambientati in piccole città canadesi dal titolo Dance of Happy Shades (La danza delle ombre felici), ai quali hanno fatto seguito The Lives of Girls and Women (1971; Vita di ragazze e di donne) e Who Do You Think You Are? (1978; Chi ti credi di essere?). L'attenzione della Munro all'età adolescenziale è stata via via integrata da profili su donne mature e sulle solitudini della terza età. Dopo The Moons of Jupiter (1982; Le lune di Giove), The Progress of Love (1986; Il progresso dell'amore) e Friend of My Youth (1990; Amico della mia giovinezza), ha pubblicato Open Secrets (1994; Segreti aperti), racconto di esistenze fredde e solitarie, capaci di improvvise esplosioni di passione e The Love of a Good Woman (1999; trad. it. Il sogno di mia madre), raccolta di racconti con protagoniste donne di ogni età e condizione alle prese con rancori e scelte laceranti da compiere.Inoltre ha pubblicato la raccolta di racconti Hateship, Frienship, Courtship, Loveship, Marriage (2001 trad. it. Nemico, Amico, Amante...). Nel 2004 è uscito Runaway: Stories (In fuga), nel 2007 The View from Castle Rock (trad. it La vista da Castle Rock) e nel 2009 Too Much Happiness (2011; trad. it Troppa felicità). Nel 2013 è uscita in Italia una sua raccolta di racconti ed è stata insignita del premio Nobel per la letteratura.

Media


Non sono presenti media correlati