Questo sito contribuisce alla audience di

Nazari di Calabiana, Luigi

prelato (Savigliano 1808-Milano 1893). Vescovo di Casale Monferrato (1847) e senatore (1848), combatté la legge per l'abolizione del foro ecclesiastico e della manomorta e nel 1855 capeggiò l'opposizione alla soppressione di numerosi ordini religiosi (leggi Rattazzi) provocando una crisi governativa che costrinse Cavour a temporanee dimissioni (crisi Calabiana). Nominato arcivescovo di Milano nel 1867, fu tra i pochissimi prelati italiani che durante il Concilio Vaticano I si opposero al dogma dell'infallibilità pontificia. Benché a capo della diocesi ambrosiana per ventisei anni, non fu mai nominato cardinale.

Media


Non sono presenti media correlati