Questo sito contribuisce alla audience di

Nicolini, Giusèppe

letterato italiano (Brescia 1788-1855). Classicista, autore del poema didascalico La coltivazione dei cedri (1815) e della tragedia Canace (1818), aderì poi al romanticismo, che celebrò nella saffica La musa romantica (1819) e nel discorso Fanatismo e tolleranza in fatto di lettere (1820). Collaboratore del Conciliatore, nel 1821 fu espulso dall'insegnamento; visse successivamente appartato, traducendo, tra l'altro, poemi di Byron e il Macbethshakespeariano.

Media


Non sono presenti media correlati