Questo sito contribuisce alla audience di

Novgorod (provincia)

Guarda l'indice

(Novgorodskaja oblast’). Provincia della Russia nord-occidentale, 55.300 km², 665.365 ab. (stima 2006), 12 ab./km², capoluogo: Novgorod. Confini: province di Leningrado, Pskov, Tver e Vologda.

Generalità

Il territorio, pianeggiante a W e collinoso a E (altopiano del Valdaj), è bagnato da numerosi laghi (oltre al lago Ilmen, i laghi Valdaj e Seliger) e attraversato dai fiumi Msta, Pola, Lovat, Polist, Šelon e Volhov. Comprende il Parco Nazionale del Valdaj. Le foreste (conifere, miste, latifoglie) occupano il 40% della superficie totale. Il sottosuolo è ricco di torba, argilla, sapropel, quarzo e materiali da costruzione, oltre ad una serie di sorgenti d'acque minerale sotterranee. Il clima è continentale. Risorse economiche per gli abitanti (russi, ucraini, bielorussi) sono l'agricoltura (cereali, patate, lino), l'allevamento, lo sfruttamento forestale e quello del sottosuolo. Più sviluppato è il settore industriale (industria chimica, del legno, metallurgica, elettronica, della carta). Le principali industrie sono ubicate nel capoluogo e nei centri di Boroviči (industria del vetro e delle porcellane), Staraja Russa e Okulovka. In crescita il settore turistico, grazie alla bellezza dei monumenti delle antiche città di Velikie Novgorod (inserita tra i patrimoni dell'umanità dell'UNESCO) e di Staraja Russa. Il capoluogo è servito da un aeroporto internazionale.

Storia

Le prime popolazioni della regione furono di stirpe ugro-finnica, che hanno lasciato traccia di sé soprattutto nei nomi di fiumi e laghi locali. A partire dal VI secolo sul territorio incominciarono a stabilirsi popolazioni slave, gli slavi di Ilmen, che progressivamente presero il sopravvento in tutta la regione nordoccidentale della Russia odierna. Dopo il X secolo la regione diventò una delle più importanti della Rus' kieviana. Tre secoli dopo il territorio venne invaso dai mongoli e per altri tre secoli fu campo di battaglia di continue guerre fra i dominatori Tatari dell'Orda d'Oro, gli svedesi, i Cavalieri Teutonici e i Livoni. Solo nel 1478 le truppe moscovite sconfissero i Novgorodiani e inclusero il loro territorio nello Stato russo, di cui da allora ha fatto sempre parte.

Media


Non sono presenti media correlati