Questo sito contribuisce alla audience di

Nucétto

comune in provincia di Cuneo (56 km), 450 m s.m., 7,64 km², 473 ab. (nucettesi), patrono: santa Maria Maddalena (22 luglio).

Centro situato sulla sponda sinistra del fiume Tanaro. Compreso nella Marca aleramica e poi nei possedimenti di Bonifacio del Vasto, nel sec. XII passò ai marchesi di Ceva, un ramo dei quali assunse il nome di signori di Nucetto. Il paese fu gravemente danneggiato nel 1414 dalle truppe di Amedeo VIII di Savoia e nel 1535 fu annesso ai domini sabaudi. Nell'Ottocento fu ancora devastato dai francesi di Napoleone Bonaparte.L'abitato conserva i resti del castello quattrocentesco appartenuto ai marchesi di Ceva. La parrocchiale di Santa Maria Maddalena è del sec. XIX.§ L'economia si basa prevalentemente sull'agricoltura (ortaggi, vite, cereali, patate, fagioli, alberi da frutto e foraggi) e sull'allevamento. L'industria opera nei settori impiantistico e dei serramenti.

Media


Non sono presenti media correlati