Questo sito contribuisce alla audience di

O'Neal, Ryan

attore cinematografico statunitense (Los Angeles 1941). Prima di diventare attore è stato pugile professionista e stunt-man. Lanciato dal serial televisivo Peyton Place (1964-68), diventa famoso grazie al sentimentale Love Story (1970), tratto dall'omonimo best-seller di E. Segal. In seguito, però, O’Neal riesce a liberarsi dei ruoli patetici, grazie a due film diretti da P. Bogdanovich: Ma papà ti manda sola? (1972) e Paper Moon (1973), in cui l'attore lavora al fianco della figlia Tatum. Raggiunge il culmine della carriera nel 1975, quando viene scelto da S. Kubrick come protagonista del raffinato Barry Lyndon. Dopo un nuovo ma più insoddisfacente incontro con Bogdanovich (Vecchia America, 1976) e un thriller asettico ed elegante (Driver, 1978 di W. Hill), la carriera di O’Neal si arena per colpa di una serie di mediocri commedie e di film di scarsa risonanza (per esempio Infedeli per sempre, 1996 di P. Mazursky).

Media


Non sono presenti media correlati