Questo sito contribuisce alla audience di

Olévano sul Tusciano

comune in provincia di Salerno (28 km) 197 m s.m., 26,49 km², 6399 ab. (olevanesi), patrono: san Michele Arcangelo (29 settembre).

Centro dei monti Picentini, esteso nella media valle del fiume Tusciano; sede comunale è Ariano.Dall'819 vi è testimoniata l'esistenza di una chiesa dipendente dal monastero di San Giorgio di Salerno. Vi sorse dapprima un castello, citato come Olibano, che si sviluppò in seguito nella parte sottostante con vari casali. Il castello nel sec. XIII appartenne alla Mensa arcivescovile di Salerno; nel Settecento era possesso della famiglia Moscati. Gli abitanti furono danneggiati dal terremoto del 1980.§ Gli oliveti sono sparsi su tutto il territorio: la ricca produzione viene in gran parte lavorata nei locali frantoi; tra le altre coltivazioni agricole vi sono cereali, frutta e uva da vino.§ Di grande interesse è, nei dintorni, la grotta di San Michele Arcangelo, che si apre alle pendici orientali del monte Raione, comunicante con la grotta di Nardantuono, ricca di stalagmiti e concrezioni. Qui sorge la chiesa di San Michele, che conserva nella navata e nelle tre absidi affreschi dei sec. X-XI, ispirati ai modi bizantini. Nella festa dell'8 maggio la statua del Santo viene trasportata dalla grotta in processione per la città. Nel territorio comunale si trovano anche un ex convento dei Cappuccini di fondazione cinquecentesca e i ruderi dell'antico castello.

Media


Non sono presenti media correlati