Questo sito contribuisce alla audience di

Orange (fiume)

fiume (lunghezza 1860 km; bacino 1.020.000 km²) dell'Africa meridionale, tributario dell'Oceano Atlantico. Si forma nel Lesotho dall'unione di alcuni rami sorgentiferi che scendono dal monte Thabana Ntlenyana(Mont-aux-Sources) e scorre dapprima verso SW, quindi, entrato nella Repubblica Sudafricana, verso WNW, direzione che mantiene sino alla foce. Dopo aver segnato per ca. 500 km il confine tra la Provincia del Capo a S e lo Stato libero dell'Orange a N, supera gli aridi tavolati della Provincia del Capo con una serie di rapide e cascate, tra cui le cascate di Augrabies. Nel tratto terminale del suo corso segna il confine tra la Repubblica Sudafricana a S e la Namibia (Africa del Sud-Ovest) a N, incidendo una valle incassata dove l'evaporazione e l'assorbimento impoveriscono notevolmente la sua portata e sfocia infine nell'Alexander Bay (Oceano Atlantico) tra Oranjemund e Alexander Bay. I suoi principali affluenti sono il Vaal e il Caledon da destra e il Kraai da sinistra. Le acque del fiume sono utilizzate per la costruzione di sbarramenti e centrali idroelettriche: è in funzione, presso Norwals Pont, la diga di Hendrik-Verwoerd che chiude un bacino artificiale di 374 km²; più a valle si elevano le dighe P. K. le Roux, Van der Kloof e Boegoeberg. Il fiume Orange è collegato al Fish River dal più lungo canale sotterraneo del mondo (82,8 km). In afrikaans, Oranje.

Media


Non sono presenti media correlati