Questo sito contribuisce alla audience di

Ossana

comune in provincia di Trento (72 km), 1003 m s.m., 25,21 km², 765 ab. (ossanensi o ossani), patrono: san Vigilio (26 giugno).

Centro situato in una conca in cui confluiscono la val Vermiglio e la val di Piana. Costituito in pieve nel sec. IX, nel 1027 divenne possedimento dei principi-vescovi di Trento, fu eretto in gastaldia e munito di castello (castrum Valsunae). Alla fine del sec. XIII cadde in mano di Mainardo Il, conte di Tirolo. Nel sec. XV partecipò ai moti antivescovili e fu dato in feudo ai De Federicis, poi agli Heydorf e ai Bertelli di Monte Giglio (1643).§ La parrocchiale di San Vigilio (ricostruita nei sec. XV-XVI) conserva l'originario campanile romanico e opere lignee di G. B. Ramus (sec. XVII); rimangono imponenti rovine del castel Ossana. Nella gotica chiesa in località Cusiano sono affreschi dei Baschenis e una tela settecentesca di C. Unterberger. A Fucine, la casa del Dazio è ornata di affreschi secenteschi. § Compongono il quadro economico locale l'agricoltura (frutta e foraggi), l'allevamento bovino e l'industria del legno (imballaggi) e delle materie plastiche (calandrati pressati in PVC). Rilevante l'attività turistica.

Media


Non sono presenti media correlati