Questo sito contribuisce alla audience di

Ostrowska, Bronisława

poetessa polacca (Varsavia 1881-1928). I suoi primi versi, raccolti in Opale (1902) e Le tele di sacrificio (1910), rispecchiano caratteristiche tipiche della poesia della“Giovane Polonia”: simbolismo e interessi metafisici. In successivi volumi (L'anello della vita, 1919; Segheria del sole, postumo, 1928) confessioni liriche si intrecciano con osservazioni sulla vita quotidiana e con motivi desunti dalla mitologia slava. Pregevole è anche la sua opera di traduttrice della lirica francese.

Media


Non sono presenti media correlati