Questo sito contribuisce alla audience di

Oxe, Peder

statista danese (1520-1575). Fu uno dei massimi possidenti terrieri del suo Paese nel secolo della Riforma luterana. Divenuto membro del Consiglio del Re, entrò in conflitto con Cristiano III nel 1558 e fu costretto a riparare all'estero con la conseguente perdita di tutti i suoi averi. Richiamato in patria da Federico II (1565), poté recuperare i beni, diventando due anni dopo capo del governo. Oxe alzò il dazio marittimo sugli stretti di Sund, da applicare al naviglio internazionale e contribuì al risanamento delle finanze del regno.

Media


Non sono presenti media correlati