Questo sito contribuisce alla audience di

Pàolo Silenziàrio

epigrammista bizantino (sec. VI). Di origine greca, discendente da una famiglia aristocratica, fu “silenziario” (cioè cerimoniere) alla corte di Giustiniano. Di lui ci sono pervenuti nell'Antologia Palatina 80 epigrammi di soggetto anatematico, funerario, epidittico, amoroso. Specie in questi ultimi Paolo Silenziario supera i limiti imposti dalla secolare tradizione del genere e, pur nel rispetto della classica perfezione formale, effonde la sensuale raffinatezza d'un sottile erotismo, vivificato dal peso di sofferte esperienze. Scrisse inoltre due poemetti: La descrizione del tempio di S. Sofia, minuta descrizione del tempio e della magnificenza delle sue decorazioni, e La descrizione dell'ambone, relativo alla stessa chiesa.