Questo sito contribuisce alla audience di

Pabillònis

comune in provincia del Medio Campidano, 40 m s.m., 37,56 km², 3044 ab. (pabillonesi), patrono: Madonna della Neve (5 agosto).

Centro del Campidano, situato tra il fiume Belu e il rio Malu. Parte della curatoria di Bonorzuli, compresa nel Giudicato d'Arborea, dal sec. XI fino al 1410, fu poi nel Marchesato di Oristano fino alla sconfitta di Leonardo Alagon (1478). Incluso dagli Aragonesi nella Contea di Quirra, nel sec. XVI fu distrutto dai barbareschi e dopo la ricostruzione passò ai Centelles. Nel 1839 venne infine tolto agli Osorio de la Cueva, ultimi feudatari. § L'economia si basa in prevalenza sull'agricoltura, che produce cereali, barbabietole da zucchero e ortaggi, e sull'allevamento ovino e caprino. La piccola industria opera nei settori edile, dei serramenti e delle carpenterie; è molto fiorente l'artigianato della terracotta.