Questo sito contribuisce alla audience di

Paolini Màssimi, Petronilla

poetessa italiana (Tagliacozzo 1663-Roma 1726). In una celebre canzone autobiografica, narrò le sue dolorose vicende: l'assassinio del padre, il matrimonio forzato con il vecchio marchese F. Massimi, impostole dal papa Clemente X, la morte del figlio. Arcade. Con il nome di Fidalma Partenide, scrisse poesie improntate a un tono solenne ed eroico, ma percorse da vibrazioni patetiche e melodiche. Lasciò inoltre i drammi per musica La donna illustre e Tamiri.

Collegamenti