Questo sito contribuisce alla audience di

Paradisi, Giovanni

uomo politico e poeta (Reggio nell'Emilia 1760-1826). Figlio di Agostino, nel 1797 fu membro del Direttorio cisalpino; durante il Regno d'Italia fu presidente del Senato. Epigono della scuola oraziana estense, compose odi (come l'Ode sulla Passione) e inni (come l'Inno a S. Pietro) che anticipano, nei contenuti e nella forma, gli Inni sacri di Manzoni. Scrisse anche commedie: Il vitalizio (1819) e, in dialetto, I versi fortunati.

Collegamenti