Questo sito contribuisce alla audience di

Pasini, Pace

letterato italiano (Vicenza 1583-Padova 1644). Accademico degli Incogniti, fu accusato di eresia e dovette rifugiarsi a Zara; scagionato, ricoprì uffici pubblici. Oltre a una raccolta di Rime marinistiche (1617 e 1642) e a un Trattato de' passaggi dall'una metafora all'altra, scrisse il romanzo erotico-cavalleresco Historia del Cavalier Perduto (1634), che si distingue nella produzione secentesca per l'interesse verso aspetti e situazioni del mondo feudale di provincia. G. Getto ha ravvisato in quest'opera l'“anonimo” da cui Manzoni prese lo spunto per I promessi sposi.