Questo sito contribuisce alla audience di

Pedara

comune in provincia di Catania (15 km), 610 m s.m. ,19,17 km², 10.062 ab. (pedaresi), patrono: Maria Santissima Annunziata (seconda domenica di settembre).

Centro situato nella zona dei coni avventizi detti “Monti Rossi”, sul versante meridionale dell'Etna, nel cui parco regionale è compreso. Dall'epoca normanna fino al 1654 fu amministrato dal vescovado di Catania e successivamente assegnato come baronia alle famiglie Di Giovanni e Alliata di Villafranca. Fu distrutto dal terremoto del 1693 e venne poi ricostruito grazie all'opera dell'architetto Diego Pappalardo.§ Il duomo, del tardo Seicento, dedicato a Santa Caterina d'Alessandria, presenta un imponente prospetto rettangolare con membrature di pietra lavica scura e conserva all'interno la tela del Martirio di santa Caterina, attribuita a Mattia Preti.§ Le principali risorse economiche sono rappresentate dall'agricoltura, con agrumi, uva da vino (etna DOC), mele, pere e ortaggi, dalla raccolta di castagne, dall'allevamento e dal turismo estivo. Sono inoltre attive piccole industrie per la trasformazione e la lavorazione dei prodotti agricoli e zootecnici, cave e segherie. È caratteristica la lavorazione artigianale della pietra lavica.

Media


Non sono presenti media correlati