Questo sito contribuisce alla audience di

Petròcchi, Policarpo

lessicografo e letterato italiano (Castello di Cireglio, Pistoia, 1852-1902). Insegnante nei collegi militari di Milano e Roma, compilò il celebre Novo dizionario universale della lingua italiana (1887-91), col quale mostrò di accettare le teorie linguistiche manzoniane, riconoscendo come lingua “ufficiale” il fiorentino parlato dalle persone colte. Fu anche studioso di Manzoni (Dell'opera di A. Manzoni, 1886; La prima giovinezza di A. Manzoni, 1898), di Goldoni e di Dante.