Questo sito contribuisce alla audience di

Piasco

comune in provincia di Cuneo (25 km), 480 m s.m., 10,56 km², 2711 ab. (piaschesi), patrono: san Rocco (16 agosto).

Centro situato allo sbocco in pianura del torrente Varaita. Possesso del vescovo di Torino, appartenne in seguito ai signori di Venasca, da cui discesero i signori di Piasco. Passò quindi ai marchesi di Saluzzo (1252-1396) e, infine, ai Savoia che lo concessero in feudo a vari signori, tra i quali i Porporato di Sampèyre.§ Del Medioevo è rimasta la trecentesca torre comunale, già campanile dell'ex chiesa di San Sebastiano, sui cui resti è stata costruita l'attuale sede comunale. Al sec. XVII risale il castello dei Porporato, formato da tre corpi intorno a un cortile porticato. La parrocchiale di San Giovanni Battista, eretta nel 1779, conserva un fonte battesimale del 1450 e tele del sec. XVIII. Fuori dall'abitato si trova la cappella di Santa Brigida, che conserva l'absideromanica e affreschi del Cinquecento.§ L'agricoltura produce soprattutto frutta (albicocche, cui è dedicata una sagra), ortaggi e castagne. L'industria è presente nei settori alimentare, tessile, erboristico, dei materiali da costruzione e della lavorazione del legno (mobili, imballaggi).

Media


Non sono presenti media correlati