Questo sito contribuisce alla audience di

Pinay, Antoine

uomo politico francese (Saint-Symphorien-sur-Coise, Rodano, 1891-Parigi 1994). Deputato (1936), senatore (1938), nel 1940 votò i pieni poteri al maresciallo Pétain del cui governo fece parte per breve tempo. Passato alla Resistenza, entrò (1946) nell'Assemblea Costituente ponendosi a capo del gruppo degli indipendenti. Fu più volte ministro tra il 1950 e il 1960, anno in cui si ritirò. In politica estera, propugnò e firmò gli accordi di Bonn e di Parigi che consentirono l'entrata in vigore della CECA (1952); concluse col sultano del Marocco il Trattato di La Celle-Saint-Cloud (1955) che portò all'indipendenza del Paese africano. In campo economico, mirò, con varie misure, alla stabilizzazione della situazione finanziaria e fu uno dei promotori dell'introduzione del “franco pesante”. Sostenne il ritorno al potere del generale de Gaulle.