Questo sito contribuisce alla audience di

Pintilie, Lucian

regista romeno (Tarutino, Bessarabia 1933). Ha messo in scena con forti qualità innovatrici opere di I. L. Caragiale, di Čechov, di Gorkij, di Frisch e di Dürrenmatt. Fra teatro e televisione, inserì (dopo aver lavorato nel 1964 come assistente di V. Iliu) due film capitali: Duminica la ora sase (1965; Domenica alle sei) e Reconstituirea (1969; La ricostruzione). Il primo su un amore finito tragicamente nel periodo della Resistenza, realizzato con un linguaggio impressionistico, fenomenologico e onirico che costituiva assoluta novità per il cinema del suo Paese. Il secondo su un grave fatto di cronaca, che nella ricostruzione scenica si deforma fino a diventare reato ancor più grave, ciò che consente al regista di denunciare l'irresponsabilità collettiva e rivolgere un appello morale alla verità e un invito al dibattito nella coscienza degli spettatori. Negli anni Settanta è tornato al teatro. Nel 1998 ottiene il Gran premio speciale della giuria a Venezia con Terminus Paradis, un racconto crudele della giovinezza che trasuda ribellioni anni Sessanta.