Questo sito contribuisce alla audience di

Pol Pot

uomo politico cambogiano (provincia di Kompong Thom 1925-1998). Segretario generale del Partito Comunista Cambogiano dal 1963, nel 1976 assunse anche la direzione del governo. Pol Pot fu promotore di un piano di arcaico ritorno alla terra, che determinò la crisi delle strutture sociali ed economiche della nazione. La resistenza popolare fu piegata col massacro di milioni di persone. Travolto dal crollo del suo regime (fine 1978-inizio 1979), Pol Pot si rifugiò nella giungla per dirigere la guerriglia dei khmer rossi. All'inizio degli anni Novanta si persero le sue tracce, ma molte voci lo davano ancora come il capo incontestato dei khmer rossi con un nuovo pseudonimo: Numero 87. Dopo la notizia della sua morte, diffusasi nel 1996, nel giugno 1997 venne annunciato il suo arresto da parte dei khmer rossi. Dopo questa ennesima “resurrezione”, nell'aprile 1998 Pol Pot è morto d'infarto nella giungla cambogiana .

Media


Non sono presenti media correlati