Questo sito contribuisce alla audience di

Premuda

isoletta (8,6 km²) del Mar Adriatico, al largo delle coste della Croazia (di cui fa parte). È nota per l'azione navale originata dal progetto dello Stato Maggiore austriaco di contrastare il predominio dell'Intesa nell'Adriatico tentando (10 giugno 1918) di forzare il blocco del canale di Otranto. Il tentativo fallì grazie alla vigilanza delle motosiluranti italiane (mas), due delle quali, al comando degli ufficiali Luigi Rizzo e Giuseppe Aonzo, attaccarono di sorpresa, presso Premuda, una flotta austriaca formata dalle corazzate Santo Stefano e Tegetthoff e da 10 cacciatorpediniere di scorta che erano uscite dal porto di Pola. Superando lo sbarramento della scorta Rizzo riuscì a silurare la Santo Stefano che affondò, mentre la Tegetthoff si salvò soltanto grazie a un difetto tecnico dei siluri lanciati da Aonzo che non scoppiarono. La flotta austriaca rientrò precipitosamente a Pola.

Media


Non sono presenti media correlati