Questo sito contribuisce alla audience di

Pujmanová, Marie

(nata Hennerová), scrittrice ceca (Praga 1893-1958). Si affermò con racconti psicologici incentrati su donne che combattono i pregiudizi sociali, come La paziente del dottor Hegel (1931), o dedicati alla difficile situazione determinata dall'occupazione nazista, come Presentimento (1942). Nella trilogia Uomini al bivio (1937), Gioco col fuoco (1948) e La vita contro la morte (1952) tentò un vasto affresco della vita politica e sociale della Cecoslovacchia, dalla fine della prima guerra mondiale fino alla fine dell'occupazione nazista. I primi versi della Pujmanová sono dedicati a Praga, al mondo dell'infanzia, ai sentimenti materni (Canzoniere, 1939; Versi materni, 1940); i successivi cantano il risorgimento nazionale e la realtà socialista (Gioia e dolore, 1945; Professione d'amore, 1949; Milioni di colombe, 1950; Praga, 1954).