Questo sito contribuisce alla audience di

Quando vólano le cicógne

(Letjat žuravli), film sovietico (1957) di Michail Kalatozov. Palma d'oro al festival di Cannes, diffuse internazionalmente il cinema del disgelo. Rappresentò infatti, per molti aspetti, una rottura con l'unidimensionalità trionfalistica staliniana, ma non senza nuove enfasi melodrammatiche, cedimenti piccolo-borghesi e virtuosismi eccessivi della cinepresa manovrata da S. Urusevskij. Gran parte del successo si dovette alla complessità e vitalità della figura femminile interpretata da Tatjana Samojlova. Letteralmente, il titolo originale suonava Volano le gru.

Media


Non sono presenti media correlati