Questo sito contribuisce alla audience di

Règle du jeu, La-

(La regola del gioco), film francese (1939) di J. Renoir. Girato nell'imminenza della seconda guerra mondiale (di cui è metafora anticipatrice la classica sequenza della caccia con l'ecatombe di conigli), fu il rondò erotico e, insieme, il macabro balletto di una classe sociale parassitaria: aristocratici, nuovi ricchi borghesi, dame e cavalier serventi, cui i domestici fanno da specchio copiandone i vizi. Chiuso nella dimora di campagna come in una gabbia dorata, questo piccolo mondo frivolo e incosciente, elegante e irresponsabile (fotografato con spirito documentario e modellato su nobili ascendenze letterarie: Marivaux, Beaumarchais, de Musset) è visto con ironia sottile nei suoi giochi d'amore e liquidato con un giudizio definitivo nella notturna danza di scheletri e di spettri che conclude l'esplorazione. Il film, che è la chiave di volta della carriera di Renoir, anticipa di vent'anni metodi, spirito e tematiche della nouvelle vague ed è rimasto il più moderno a distanza di decenni.

Media


Non sono presenti media correlati